Piero della Francesca

Copertina del “De prospectiva pingendi”

PIERO DELLA FRANCESCA

Piero della Francesca nasce nel 1416 circa a Borgo Sansepolcro, dove poi muore nel 1492. È stato uno dei maggiori artisti del Rinascimento italiano. Le sue opere colpiscono per un attento uso della prospettiva. Non si sa molto della sua vita, compresa la data di nascita. Nel 1439 è a Firenze, dove si forma artisticamente lavorando con Domenico Veneziano. Qui conosce gli artisti Masaccio e Paolo Uccello, a cui si ispirerà per lo studio della prospettiva. Piero della Francesca sarà ospite di importanti corti italiane, dove realizzerà opere per i ricchi dell’epoca, come l’affresco San Sigismondo e Sigismondo Pandolfo Malatesta, realizzato nel 1451 per il signore di Rimini. Tra il 1469 e il 1472 è ospite del duca di Montefeltro a Urbino, importante mecenate. È in questi anni che l’artista realizza il Dittico degli Uffizi e la Pala di Brera. È stato anche un valente matematico e studioso di geometria: a lui dobbiamo infatti il De prospectiva pingendi.