Leon Battista Alberti

LEON BATTISTA ALBERTI

Leon Battista Alberti, letterato e architetto, nasce a Genova nel 1404. Studia a Venezia e a Padova, soggiorna a Bologna, dove nel 1428 consegue la laurea in diritto canonico. Scrive numerosi trattati tra i quali il De Pictura (1435), il De Re Aedificatoria (1447-1452) e il De Statua (1450). Sintetizza nella sua opera i caratteri tipici dell’Umanesimo: la curiosità per lo spettacolo del mondo; l’amore per gli antichi, in particolar modo romani; la passione per le arti come suprema manifestazione della creatività umana e come ricerca dell’armonia;  l’ideale dell’uomo virtuoso, che cerca di forgiare il proprio destino. E’ ricercato dalle più importanti corti quattrocentesche, ad esempio da quella degli Estensi, per i quali progetta l’Arco del Cavallo e il campanile della cattedrale. A Rimini accetta l’incarico di Sigismondo Pandolfo Malatesta di progettare il Tempio Malatestiano rinnovando con un rivestimento marmoreo l’esterno della chiesa di San Francesco. A  Firenze, invece, edifica un palazzo per Giovanni Rucellai, la cappella di San Pancrazio e completa la facciata di Santa Maria Novella. Per i Gonzaga a Mantova progetta le chiese di San Sebastiano e di Sant’Andrea. Muore a Roma il 25 aprile 1472.