Accessori

ACCESSORI CIVILI

Nella vita quotidiana dell’epoca malatestiana si utilizzano accessori sia maschili che femminili. Ecco i più frequenti. Il cappuccio o caputeo, che assume vari colori: paonazzo, turchino, vermiglio e nero. Alcuni copricapi vengono indossati solo a scopo decorativo mentre altri, come il capuzino o cappuccio piccolo di panno nero servono ad evitandum frigus. Le scarpe sono solitamente di color rosso e tutte a punta. Tra le calzature, soprattutto femminili, si ricordano gli stivali che si portano sopra le calze: il loro materiale è quasi sempre pelle nera. Non mancano poi altri accessori come il mantello e le berrette, sempre di vario colore; il loro materiale varia da pelle di colore nero a lana bianca. La cintura o corigia è l’accessorio principale dell’abito maschile che possiamo trovare in cuoio, in argento con o senza fibbie decorative. Il suo colore prevalente è il rosso. I guanti o chiroteche sono tra gli accessori più costosi, documentati di panno rosso, di cuoio e anche di panno di lino foderati.

                                        

Scarpa rossa                                                                                                       Forbici 

ACCESSORI MILITARI

Quando si parla di medioevo è normale riferirsi alla figura del prode cavaliere, protetto da armatura completa, spadone e scudo pronto a combattere. Il guerriero medioevale si differenzia tuttavia in base a molteplici aspetti, primo tra tutti il ceto sociale. L’esercito all’epoca era composto da contadini, soldati un po’ meglio addestrati e solo una manciata di cavalieri di stirpe nobile scendeva in battaglia.

 

SPADA

La spada è un’arma bianca, spesso ma non sempre a doppio filo, adatta a colpire di punta e di taglio, il cui fornimento è l’insieme delle diverse parti atte alla presa ed al controllo, solitamente la guardia, il manico ed il pomolo.

 

Spada del periodo

ARCO

L’arco è uno strumento da lancio costituito da un elemento flessibile le cui estremità sono collegate da una corda tesa che ha la funzione di imprimere il movimento ad una freccia. Viene utilizzato come arma da caccia e da battaglia soprattutto nell’antichità.

 

Funzionamento arco

BALESTRA E ARBALESTA

La balestra è un’arma potente ma lenta ed ingombrante. Le unità di balestrieri erano relativamente rare ed erano accompagnate dai pavesieri. La balestra deve la sua potenza al fatto che i flettenti dell’arco sono fatti di metallo, ma questo è anche il suo difetto, dato che il caricamento è sempre lungo e laborioso. Alcune sono in grado di scoccare più di una freccia alla volta.

 Struttura balestra