La fattoria di Montemarciano

LA FATTORIA DI MONTEMARCIANO

Montemarciano, sec.XVI

Innumerevoli sono i doni che Sigismondo fece ad Isotta, tra i quali spicca la fattoria di Montemarciano o Casa Bruciata.La fortuna di questa fattoria, situata nelle Marche, è l’essere posizionata nei pressi di un punto strategico sulla costa adriatica, in età medievale usato come scalo marittimo.
Originariamente è una struttura semplice composta di una sola torre, ma con l’acquisizione di Montemarciano da parte dei Malatesta, il sito decolla.
Vengono aggiunti un attracco per le imbarcazioni, dei nuovi corpi di fabbrica, dei magazzini di stivaggio, una osteria e diversi ambienti di servizio. Isotta, negli anni, si presenta alla fattoria a tratti: quando giunge sola, per l’esigenza di assumere decisioni, resta per una breve visita più anonima e senza celebrazioni, mentre quando arriva con i famigliari si trattiene più giorni e in maniera solenne.
Negli anni la fattoria di Montemarciano avrà una grande importanza per la famiglia Malatesta dal punto di vista economico e commerciale.